Chiese di Venezia, un libro classico per Arsenale Editrice che suscita sempre interesse fra i lettori soprattutto all’estero. Abbiamo parlato con Alessandra Boccato, autrice del libro, esperta di arte veneziana che ha curato l’intero apparato iconografico del libro dove vengono presentati  i più importanti edifici di culto della città lagunare con un corredo iconografico composto da più di 300 immagini di grande qualità.

La lettura del suo libro disvela una lettura alternativa a Venezia che ci mostra come la maestosità dell’architettura religiosa sia una sorta di scrigno per i capolavori d’arte in essi contenuti. La conoscenza della città lagunare diventa così un percorso per scoprire capolavori talvolta nascosti. Insomma un modo diverso che va oltre le usuali suggestioni veneziane.
Quando si parla di Venezia, sembra che tutto sia già stato detto, ma un visitatore attento ha il piacere di essere condotto anche in luoghi meno ovvi e noti, in cui lasciarsi trasportare dallo stupore che le tante opere disvelano. Nell’affrontare questo viaggio attraverso l’architettura sacra – le cui vicende spesso coincidono con la vita politica della Serenissima – mi sono proposta di rendere l’esposizione agile e accattivante, fornendo al lettore una serie di approfondimenti, di curiosità, di input atti a contestualizzare il percorso svolto. Ciò è anche frutto della mia formazione di insegnante che mi ha indotta a riflettere, durante la stesura dei testi,  sulle possibili domande che il lettore, non necessariamente di settore, avrebbe potuto formulare. A completamento dell’opera ho ritenuto fosse opportuno e fortemente significativo analizzare il ruolo delle Scuole Grandi e Piccole che, come afferma Annalisa Perissa Torrini nell’introduzione, «mira a sottolineare il legame vitale e attivo dell’istituzione religiosa in quanto tale con la società espressa  dalle numerose confraternite di arti e mestieri».

Dal suo libro si apprende che grandissimi artisti hanno lavorato a Venezia, può raccontarci se ha qualche preferenza fra tutti questi grandi maestri.

Alessandra Boccato

La Serenissima ha accolto in ogni epoca artisti da tutto il mondo e in uno scambio di linfe sono nati veri capolavori che fanno vibrare l’anima anche solo attraverso una riproduzione fotografica. Difficile è quindi esprimere una preferenza, di certo ho scelto un unico percorso tematico riguardante le Ultime cene di Tintoretto.  È decisamente affascinante osservare come il grande maestro veneziano abbia svolto lo stesso tema in maniera sempre nuova, escogitando ogni volta spunti e soluzioni che meglio permettessero di immedesimare lo spettatore nell’evento.

La grandiosità degli edifici religiosi a Venezia è tale che lascia praticamente attoniti ma spesso si dimentica di parlare della devozione dei veneziani. Può raccontarci qualcosa a questo proposito?
Effettivamente la città è affollata di chiese e la vita sociale era permeata di religiosità. Venezia mantenne con determinazione la propria indipendenza dalla Chiesa e, al di là dei tanti contrasti con il Papato, questa autonomia le permise di raggiungere un insolito grado di tolleranza religiosa e di apertura al libero pensiero, tanto che per secoli fu chiamata a mediare tra le potenze cristiane e musulmane. La liturgia pubblica riproponeva alla collettività la continuità della città-Stato attraverso le proprie tradizioni: processioni, caccia ai tori, volo della colombina, festa del Redentore e della Salute, sposalizio del mare, giovedì grasso… E l’esperienza condivisa rafforzava la solidarietà sociale. Ne giovarono i commerci e le relazioni diplomatiche: Greci, Arabi, mercanti di ogni nazionalità e religione erano i benvenuti e gli Ebrei, riuniti dal 1516 nel primo ghetto della storia, vivevano in condizioni migliori che altrove.

 

Chiese di Venezia

Finiture: cartonato/tela/sovracoperta/cofanetto
Formato: 27×32,6 cm
Pagine: 288
Numero illustrazioni: 300 a colori
Lingua: italiana
ISBN: 9788877433541
Prezzo: € 68,00

 

One Response to Alessandra Boccato e “Chiese di Venezia”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *