In occasione della 48° edizione di Marmomacc Arsenale Editrice in collaborazione con l’Ente Fiere di Verona presenta il volume Re-Load Stone. Il libro illustra la scelta di una giuria internazionale, formata da Fulvio Irace, Klaus Theo Brenner, Alberto Ferlenga, Luis Fernández-Galiano e Vincenzo Pavan, su una vasta produzione di opere architettoniche la cui identità scaturisce dal modo in cui la pietra è coniugata con il linguaggio. Il volume sarà presentato dal curatore Vincenzo Pavan giovedì 26 settembre presso la libreria Feltrinelli di Verona (Via Quattro Spade, 2) alle ore 18.30.
A fianco delle recenti realizzazioni di illustri autori quali Max Dudler e Alberto Campo Baeza, contrassegnate dal binomio minimalismo formale-massimalismo materico, si affiancano i lavori di architetti di più recente formazione, come Josep Mias Architects e Carl Fredrik Svenstedt, i quali attraverso la pietra hanno stabilito un dialogo stimolante con l’ambiente urbano e il paesaggio. La grande firma di Arup è invece impegnata in un’opera litica di carattere sociale realizzata sul versante indiano della catena montuosa himalayana, con la collaborazione della popolazione locale, mentre l’Ufficio Sassi di Matera è autore di un importante recupero nel Sasso Barisano. Infine l’opera di Alessandro Anselmi, a pochi mesi dalla scomparsa del maestro, è ricordata in una rivisitazione del monumentale cimitero di Parabita, mentre la sezione Architettura Vernacolare, dedicata alla costruzione in pietra a secco nel Mediterraneo, ci aiuta a riflettere sui fondamenti dell’architettura e sulla universalità di questo metodo costruttivo.

 

Il libro è disponibile sul sito arsenaleeditore.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *