Stai visualizzando la categoria: "architettura"

Ca' D'Oro

Da oggi è disponibile la nuova edizione di “Palazzi di Venezia”, uno dei classici della collana “Scaffale veneziano” di Arsenale Editrice. Rinnovato nell’apparato iconografico e nei contenuti, il libro si presenta con un formato più grande per poter meglio apprezzare le numerose immagini dei molti edifici storici veneziani.
La storia secolare di Venezia si trova racchiusa nelle grandi dimore cittadine fortemente volute dalle più importanti famiglie patrizie per meglio illustrare la propria potenza.
Grandi architetti come Jacopo Sansovino, Michele Sanmicheli, Mauro Codussi e Baldassarre Longhena contribuirono a rendere monumentale la struttura della città.
I palazzi delle famiglie dei dogi, dei nobili e dei ricchi commercianti vennero via via arricchiti da affreschi di importanti pittori come Giorgione, Tintoretto, Veronese e Tiepolo. In origine molte delle facciate dei palazzi prospicienti il Canal Grande, “via” principale della città, erano affrescate proprio da questi maestri e il canale doveva apparire al visitatore come una bellissima e ricchissima galleria d’arte all’aperto. Palazzi ora pubblici e residenze private sono ampiamente descritti da una scheda storico-artistica e illustrati da numerose fotografie a colori.

 

Caratteristiche Tecniche
Finiture: cartonato / sovracoperta
Formato: 24×28,5 cm
Pagine: 192
Numero illustrazioni: 150 a colori
ISBN: 978-88-7743-399-2
Prezzo: € 30,00

Taggato con:
 

In occasione della 48° edizione di Marmomacc Arsenale Editrice in collaborazione con l’Ente Fiere di Verona presenta il volume Re-Load Stone. Il libro illustra la scelta di una giuria internazionale, formata da Fulvio Irace, Klaus Theo Brenner, Alberto Ferlenga, Luis Fernández-Galiano e Vincenzo Pavan, su una vasta produzione di opere architettoniche la cui identità scaturisce dal modo in cui la pietra è coniugata con il linguaggio. Il volume sarà presentato dal curatore Vincenzo Pavan giovedì 26 settembre presso la libreria Feltrinelli di Verona (Via Quattro Spade, 2) alle ore 18.30.
A fianco delle recenti realizzazioni di illustri autori quali Max Dudler e Alberto Campo Baeza, contrassegnate dal binomio minimalismo formale-massimalismo materico, si affiancano i lavori di architetti di più recente formazione, come Josep Mias Architects e Carl Fredrik Svenstedt, i quali attraverso la pietra hanno stabilito un dialogo stimolante con l’ambiente urbano e il paesaggio. La grande firma di Arup è invece impegnata in un’opera litica di carattere sociale realizzata sul versante indiano della catena montuosa himalayana, con la collaborazione della popolazione locale, mentre l’Ufficio Sassi di Matera è autore di un importante recupero nel Sasso Barisano. Infine l’opera di Alessandro Anselmi, a pochi mesi dalla scomparsa del maestro, è ricordata in una rivisitazione del monumentale cimitero di Parabita, mentre la sezione Architettura Vernacolare, dedicata alla costruzione in pietra a secco nel Mediterraneo, ci aiuta a riflettere sui fondamenti dell’architettura e sulla universalità di questo metodo costruttivo.

 

Il libro è disponibile sul sito arsenaleeditore.com

Si terrà venerdì 5 aprile 202 alle ore 18.30 presso il Museo Casa Giorgione la presentazione de libro “Ville Venete”. L’incontro, a ingresso gratuito, è un’occasione da non perdere per poter ascoltare Francesco Monicelli vero e proprio esperto del tema e scoprire l’evolversi del territorio veneto dalla dominazione veneziana ai giorni nostri. Sarà presente anche l’autore delle fotografie del libro, Cesare Gerolimetto, anche lui esperto del tema.
Il volume  propone un viaggio nella “civiltà di villa”, attraverso 5 secoli di storia veneta guidando il lettore nella visita di 28 ville, manifestazione evidente di potere, rappresentazione di status e, ovviamente, espressione dell’evolversi del gusto e delle arti. Le ville venete , infatti, hanno visto cimentarsi architetti come Palladio, Sansovino, Baldassare Longhena e artisti come Paolo Veronese e Giovan Battista Tiepolo.

Per informazioni
Museo Casa Giorgione
Piazza San Liberale
31033 Castelfranco Veneto (TV)
tel. 0423 735626
info@museocasagiorgione.it
www.museocasagiorgione.it
facebook/museocasagiorgione

Venerdi 1 febbraio 2013 alle ore 17 presso la Libreria del Centro di Padova (c.so Garibaldi 21, tel. 049-8761088) si terrà un incontro di presentazione della nuova edizione del libro di Francesco Monicelli Ville Venete. Civiltà di Villa nel Dominio di terraferma. All’incontro parteciperà anche Cesare Gerolimetto che ha realizzato tutte le splendide immagini del volume. Un’occasione per poter confrontarsi con gli autori di questo volume e per apprezzare dal vivo la bellezza della nuova edizione.

 

Come accadde di consueto con le pubblicazioni di Arsenale Editrice, incontriamo Francesco Monicelli in occasione dell’uscita della nuova edizione di “Ville Venete”. Dopo il successo riscontrato dal libro negli anni precedenti, Arsenale propone una versione ridotta che mantiene immutato il prezioso apparato iconografico accompagnandolo a un testo rivisto e aggiornato. Un’occasione per ascoltare un esperto con al suo attivo numerose pubblicazioni riguardanti il patrimonio culturale/architettonico del Veneto.

Andrea Palladio

Dott. Monicelli, cominciamo introducendo il lettore nella lettura del libro: parliamo delle testimonianze che la Serenissima ha lasciato durante i secoli nel suo entroterra. Come definirebbe questo processo che riguarda storia e architettura del territorio?
Un processo di profonda trasformazione del territorio dovuto da una parte alle bonifiche tese a recuperare all’agricoltura un numero sempre crescente di terre e a rendere sicura e navigabile l’intera rete idrica della regione con arginature, rettifiche ed escavazione di canali e scoli, e dall’altra le ville, vero e proprio sistema di controllo e governo del territorio da parte principalmente dalla ristretta oligarchia veneziana ma anche della cosiddetta nobiltà suddita.

Capolavori architettonici, celebri artisti e grandi dinastie: chi menzionerebbe fra i testimoni esemplari della grandezza vissuta dalla Serenissima? Quali sono le personalità che hanno influenzato maggiormente questo percorso?
I nomi sono davvero tanti: Sansovino, Sanmicheli, Giulio Romano, Palladio, Andrea da Valle, Longhena, Gaspari, Frigimelica, Preti, Pompei, Cristofali, Jappelli, Caregaro Negrin per l’architettura; Veronese e Tiepolo per non dire dei loro rispettivi contemporanei per la pittura a fresco; Vittoria, Bartolomeo Ridolfi, i Marinali, i Bonazza per la scultura. Ma credo che sopra tutti per l’influenza esercitata per secoli ci sia Andrea Palladio.

VIlla Emo

Da anni, purtroppo, è nota la polemica sul mancato coordinamento fra queste magnifiche strutture in modo da farle diventare un vero e proprio distretto turistico. Crede che possa veramente essere intrapreso un percorso del genere o le Ville sono destinate a seguire le sorti – talvolta poco fortunate – delle varie casate nobiliari?
Le ville hanno già subito la sorte dei loro committenti, salvo casi davvero rari. Molto è stato fatto per arginare il loro disfarsi, moltissimo c’è ancora da fare, in particolare per tentare di salvare quel poco che resta dei quadri ambientali in cui le ville erano inserite. Certo che debitamente conservate e pubblicizzate le ville venete possono costituire un importante volano turistico.

Infine un suggerimento a quanti dovessero per la prima visitare una di queste ville: lei cosa consiglierebbe?
Davvero difficile rispondere. Forse villa Emo a Fanzolo.

 

Caratteristiche Tecniche
Finiture: cartonato/sovracoperta
Formato: 24×28,5 cm
Pagine: 288
Numero illustrazioni: 200 a colori
Lingua: italiana (disponibile anche in lingua inglese)
ISBN: 9788877433718
Prezzo: € 30,00